Issue 2, “L’Italia bizantina”

“L’Italia, come tutti noi ben sappiamo, è stata meta ambita da molte popolazioni, ma il segno che lasciarono i Rhomaioi nel nostro bel paese è davvero importante. Una regione porta ancora il loro nome: Romagna (terra dei Romani), diverse città mostrano ancora le loro indiscusse origini come Venezia, Ravenna, Bari, Palermo, diverse comunità parlano ancora la loro lingua, anche se leggermente cambiata, come il griko nel Salento. Le autonomie che nacquero grazie alla dominazione romea in Italia permisero la nascita delle Repubbliche Marinare, l’esempio lampante è sicuramente Venezia che fu la vera cerniera tra Oriente e Occidente, ma anche Genova e Amalfi non sono da meno.
Non possiamo dimenticarci , inoltre, il periodo d’oro che visse la nostra penisola: il rinascimento. Gran parte delle opere, che permisero la rinascenza culturale, vennero proprio dalla diaspora Romea che con a capo Giorgio Gemisto Pletone e … “

Prefazione 
di Nicola Bergamo

Il perché di un romanzo su Bisanzio
di Enrico Pantalone

La riorganizzazione difensiva bizantina della Liguria
di Generoso Urciuoli

Ariminum ed il controllo dei collegamenti tra Roma e Ravenna in epoca bizantina
di Carlo Valdameri

Ascendant ad Montes (la difesa passiva e attiva dello Ionio in età bizantina)
di Ulderico Nisticò

L’interculturalità nell’area del Mediterraneo : fortificazioni e siti bizantina in Calabria
di Maria Barreca

Nilo e Bartolomeo, due monaci italo-bizantini nel passaggio tra il primo e il secondo millennio
del prof. Gaetano Passarelli

Memorie di Venezia Bizantina
del prof. Giorgio Ravegnani

I Bizantini nell’Italia Meridionale
di Antonio Calisi

scarica il file cliccando qui